Teatro

Nulla da dire. Il teatro è un pò come la mia seconda casa, anzi è come la stanza di un bambino. E il luogo dove posso liberare la mente, dove posso trasformarmi in quello che voglio. E durante tutti questi anni ho giocato ad essere tantissimi personaggi. Ognuno con la sua caratteristica, con il suo abbigliamento, con il suo modo di parlare, con il suo tick. Complicato direte? Beh si, a volte tanto, ma la magia del palcoscenico è proprio questa. Teletrasportarti in un'altra dimensione dove i timori, le difficoltà di concentrazione diventano leggende. La magia del teatro è quella di poter regalare emozioni al pubblico che regna sempre, indiscusso. Un applauso, una risata, un silenzio prolungato sono capaci di scatenare in te veri e propri terremoti emotivi. L'apertura del sipario è una scarica di adrenalina difficilmente riproducibile in laboratorio. La chiusura è triste, piena di contentezza ma triste. Il rientro a casa è malinconico, fin troppo malinconico ma fondamentale: è il ritorno ufficiale alla normalità.


Qui di seguito alcuni miei personaggi a cui sono più affezionato:

  • AL CASTLEIN

E' d'obbligo iniziare con la maschera del carnevale di Castelnovo Sotto nata proprio con il sottoscritto nel 1994. Fedele per 13 anni, ho abbandonato nel 2007 questo importantissimo personaggio al quale rimango comunque molto affezionato. E' stata sicuramente una importantissima occasione che mi ha donato tantissima celebrità a livello locale.

  • MARIO

No non fate confusione. Non è il Mario della commedia "Mario, l'Olga e le Rotonde". E' uno dei miei primi personaggi, appartenente alla commedia "Al più l'è capir". Un ragazzo alle prime esperienze adolescenziali, molto ingenuo, non facile da interpretare a 31 anni!! Nonostante ciò spesso mi fermano e mi fanno ancora i complimenti per quel personaggio così riuscito che in molti ricordano ancora volentieri.

  • TRISTANO

Vi immaginate un nevrotico commerciale vecchia maniera, più in particolare un consulente alberghiero davvero schizzato? Li ho testato duramente la mia resistenza fisica sul palcoscenico. Stiamo parlando della brillante commedia "Villa Vilde, l'importanza di chiamarsi Agostino" sempre dell'instancabile Guidetti.

  • SATURNO

Ho sempre adorato interpretare il ruolo dell'anziano. Saturno era un vecchietto che nonostante la sua età avanzata non mancava di dimostrare la sua furbizia e simpatia. Per non parlare delle doti "amorose" sempre pronte ad essere sfoggiate.

  • OLGA

Per le nuove generazioni ed i nuovi arrivati è sicuramente il personaggio più noto in assoluto. La commedia "Mario, l'Olga e le rotonde" segna il ritorno collaborativo con Antonio Guidetti dopo una pausa di qualche tempo. E' anche il mio primo personaggio femminile. Mi sono divertito tantissimo a raccogliere maniacalmente tutti i comportamenti delle vecchie anziane reggiane. Vi svelo un segreto e ne approfitto per ringraziare una amica paradossalmente giovane: Daniela. Lei mi ha dato l'ispirazione giusta e definitiva che mi ha fatto dire "Ecco come farò l'Olga!"

  • ENRICO

Il classico nipote "bamboccione", incloncludente, saccente, irresponsabile che tenta in tutti i modi di fregare il prossimo. Enrico è un personaggio che mi ha arricchito tanto in quanto assolutamente contemporaneo. Con lui ho sperimentato alcune tecniche di interpretazione non ancora sviluppate prima, come la trasformazione in più personaggi durante la stessa commedia. Infatti con Enrico in "Missione Impossibile - Oh nono té dur" ho interpretato l'anziano Italo e la badante russa Kanita. Insomma...da un estremo all'altro.

  • WALTHER VON DER VOGELVEIDE

Per il nome di questo personaggio devo ringraziare il mio dotto e polivalente amico, Corrado, che tra cene, risate e gite in barca mi confidò che quello era il suo "pseudonimo". Scusami Corrado se l'ho fatto mio , ma mi piaceva troppo !!!!! Originalissimo psichiatra tedesco di scuola freudiana che attualmente esiste solo in uno sketch ma che al pubblico è piaciuto da subito. In testa ho per lui un progetto più sostanzioso per dargli la visibilità che si merita. Lo farò presto.

  • MIGLIOR ATTORE

Per molti è ancora un mistero, per alcuni un dilemma, per altri un incubo. Ciò che è sicuro è che lui appare sempre con un video più o meno a Natale. Forse ectoplasma? Forse bufala giornalistica? E chi lo sa! Quello che è importante e che sul palcoscenico ci sia lui (almeno così dice!).





"...l'importante che sul palcoscenico ci sia io !!"



M.Attore

Vuoi cercare i miei spettacoli?

Scegli sopra lo spettacolo o il luogo per avviare la ricerca!

In evidenza!

TITO E PALANCA A CASA VOSTRA!

Dopo due anni tornano nelle vostre case in DVD i due mattAttori dei palcoscenici reggiani (e non):

ANTONIO GUIDETTI e MAURO INCERTI

E tornano alla grandissima con una commedia originale e brillante! Con Tito e Palanca passerete un ora e mezza di puro divertimento..chiaramente all'insegna del dialetto reggiano e dei fantastici travestimenti dei due poliedrici attori!
Non vi resta che andare in edicola e accaparrarvi la vostra copia!

IESUICHEN!!

Inizia la nuova avventura! E per un grande evento ci vuole un grande personaggio! Allora abbiamo deciso di interpellare...beh...guardate qui sotto ;D

I discorsi del Miglior Attore